Angularjs

Secondo modulo del Corso di sviluppo avanzato per applicativi web e mobile: nelle prime due giornate parleremo di Angularjs by Google e di YII, il mio framework Php preferito.

 

Logo Angularjs
Logo Angularjs

Primo modulo

Recap – Il corso precedente si è concluso con successo: abbiamo realizzato e rilasciato un’app professionale con PhoneGap/Cordova e JQueryMobile. Così anche un cliente è rimasto soddisfatto ;)

Abbiamo realizzato un’app ibrida con funzionalità avanzate, forse ha un lieve gap prestazionale rispetto ad una nativa, ma come avete constatato una curva di apprendimento e tempi di sviluppo decisamente ridotti. Oltre al vantaggio non trascurabile di riutilizzare le conoscenze html5 e css, scrivendo una sola volta il codice sorgente per  diversi sistemi operativi mobili.

Secondo modulo

In questo secondo modulo di 5 lezioni vedremo i principali framework javascript: Angular, Ember e Backbone. In particolare Angularjs che analizzeremo in maniera approfondita, anche perché è  supportato da Google: il rischio dei framework è che ad un certo punto ‘spariscano’, cessino di esser supportati per le ragioni più varie.

(Ri)Parleremo anche di design pattern: Model View Controller (MVC), Model View ViewModel (MVVM), Single-page application (SPA) e trattando Angular.js introdurremo il MV* o meglio MVW, cioè Model View Wathever come dicono gli autori stessi: Where Whatever stands for “whatever works for you”.

I design pattern favoriscono la pulizia, la manutenzione, la condivisione e il riuso del codice, in questo corso la parola d’ordine è DRY: Don’t Repeat Yourself.

Approfondiremo anche le potenzialità di Node.js: framework javascript server-side, lo abbiamo già utilizzato per installare PhoneGap ma può fare molto altro!

Troverete le slide nella sezione materiale didattico ed il codice sorgente su Github.

Appuntamento a Ivrea (To) il 12 novembre 2014.

Happy coding ;

 


 risorse

Amazing memory game 

Simple implementation of the memory game using AngularJS and CSS transitions.

Neat things built with  

Here we feature good examples of Angular apps and experiments.

PhoneCat Tutorial App

A great way to get introduced to AngularJS is to work through this tutorial, which walks you through the construction of an AngularJS web app

appunti

Espressioni AngularJS

{{variabile + “espressione” }} … {{ 3 + 2 }}

Direttive AngularJS

speciali:

  • ng-app
  • ng-controller

• ng-href
• ng-src
• ng-disabled
• ng-checked
• ng-readonly
• ng-selected
• ng-class
• ng-style

• ng-include

• ng-switch

  • ng-repeat
  • • $index: iterator offset of the repeated element (0..length-1)
    • $first: true if the repeated element is first in the iterator
    • $middle: true if the repeated element is between the first and last in the iterator
    • $last: true if the repeated element is last in the iterator
    • $even: true if the iterator position $index is even (otherwise false)
    • $odd: true if the iterator position $index is odd (otherwise false)

• ng-view
• ng-if

Scuola di karate

programmi di allenamento per mente, corpo e tecnica – [shin gi tai]

Combinazione di gambe e braccia
prima combinazione
  • Aka: Oi-tsuki tsugi ashi gyaku tsuki
  • Shiro: uke-uke-kime
  • Shiro: Mae geri jun tsuki
  • Aka: uke-uke-kime

seconda combinazione

  • Aka: Mae geri jun tsuki
  • Shiro: uke-uke-kime
  • Shiro: Mawashi tsugi ashi gyaku tsuki
  • Aka: uke-uke-kime

terza combinazione

  • Aka: Kizami tsuki tsugi ashi gyaku tsuki
  • Shiro: uke-uke-kime
  • Shiro: Ushiro geri iori ashi uraken uchi
  • Aka: schiva schiva
  • Aka: Ashi barai jun tsuki tsugi ashi gyaku tsuki

sequenza di allenamento

Allenamento di tecniche e combinazioni per il combattimento: eseguire partendo da kamae sinistro, poi cambio guardia, poi cambio iniziativa
praticare il karate tradizionale shotokan

Qui puoi trovare gli orari e le sedi dei corsi dell’a.s.d. ITAI DOSHIN diretta dal M° Franco Stizzoli

Related Images:

corso di formazione

Sviluppo app per dispositivi mobili con phonegap cordova

Ivrea – settembre 2014 – appunti giornata di formazione #1

Utilizzare la CLI, command line interface.

Installa node.js -> http://nodejs.org/

su mac os e linux

$ sudo npm install -g cordova

su windows

C:\>npm install -g cordova

hello world con cordova

$ cordova create hello com.example.hello HelloWorld

Con questa istruzione abbiamo creato la cartella che conterrà il progetto, assegnato il nome del pacchetto e infine abbiamo assegnato un nome al progetto.

Adesso ci spostiamo all’interno della cartella che contiene il progetto:

cd hello

quindi aggiungiamo le piattaforme di sviluppo, cioè carichiamo nella cartella platforms il codice per i diversi dispositivi mobile:

$ cordova platform add ios
$ cordova platform add amazon
-fireos
$ cordova platform add android
$ cordova platform add blackberry10
$ cordova platform add firefoxos

ovviamente caricheremo solo le piattaforme per cui vogliamo rilasciare la nostra app.

Si possono elencare le piattaforme disponibili per il nostro progetto con il comando

$ cordova platforms ls

Si possono rimuovere le piattaforme non desiderate con il comando

$ cordova platform remove blackberry10
$ cordova platform rm amazon-fireos
$ cordova platform rm android

Facciamo conoscenza col filesystem della nostra app e verifichiamo che la cartella platforms contenga effettivamente una cartella per ogni OS mobile aggiunto.

A questo punto, se disponiamo degli ambienti di sviluppo e degli SDK adatti, possiamo aprire il progetto con i nostri IDE preferiti (XCode, Eclipse, Android Studio, Visual Studio, …) per modificare, compilare e testare il progetto.

Si può comunque utilizzare la CLI, command line interface per compilare e testare il progetto anche senza disporre degli IDE dedicati. Occorre in ogni caso disporre dei Software Development Kit riferiti alle piattaforme per cui vogliamo sviluppare e il compilatore in questione deve essere raggiungibile da riga di comando. Ovvero deve essere indicato nel PATH di sistema (ambiente o utente) il percorso su disco del software di sviluppo, questa operazione si esegue in maniera differente a seconda del sistema operativo disponibile. Non è comunque possibile sviluppare e testare per IOS se non utilizziamo un computer con esegua il sistema operativo Mac OS.

Compiliamo il progetto dando il comando

$ cordova build

In questo caso compiliamo per tutte le piattaforme installate, alternativamente possiamo indicare le piattaforme per cui desideriamo compilare

$ cordova build ios

$ cordova build android

Per vedere il nostro progetto HelloWorld possiamo usare l’emulatore (già installato sul nostro sistema) o collegare il dispositivo e testare il progetto direttamente su di esso

$ cordova emulate android
$ cordova run android

articolo originale:
HOW TO merge couple of pdf into one

Scarica pdftk. in ubuntu apri un terminale e digita:

sudo apt-get install pdftk

Ora accedi alla dir che contiene i file pdf da concatenare e digita:

pdftk 1.pdf 2.pdf 3.pdf cat output merged.pdf

per concatenarli tutti in ordine alfabetico:

pdftk *.pdf cat output merged.pdf

Ecco altri esempi di utilizzo di pdftk:

(crea alias):
 pdftk A=1.pdf B=2.pdf cat A B output 12.pdf
Estrai pagine selezionate e combinale in un nuovo pdf:
 pdftk A=one.pdf B=two.pdf cat A1-7 B1-5 A8 output combined.pdf
Codifica a  128-Bit 
 pdftk mydoc.pdf output mydoc.128.pdf owner_pw foopass
Codifica e richiedi la pw per l'apertura
 pdftk mydoc.pdf output mydoc.128.pdf owner_pw foo user_pw baz
Permetti la stampa del file, una volta aperto:
 pdftk mydoc.pdf output mydoc.128.pdf owner_pw foo user_pw baz allow printing
Decritta un PDF
 pdftk secured.pdf input_pw foopass output unsecured.pdf
Unisci due file di cui uno crittato:
 pdftk A=secured.pdf mydoc.pdf input_pw A=foopass cat output combined.pdf
Decomprimi il pdf
 pdftk mydoc.pdf output mydoc.clear.pdf uncompress
Cerca di riparare un PDF:
 pdftk broken.pdf output fixed.pdf
Separa un PDF  in pagine singole
 pdftk mydoc.pdf burst
Crea un file report dei Metadata e altre info di un PDF
 pdftk mydoc.pdf dump_data output report.txt